CELEBRARE LA CUCINA FRANCESE

ZWILLING Culinary World, Destinazione Francia

OSTRICHE DI CAP FERRET A LA CHEZ BOULAN

La Francia ha tre caposaldi: Parigi, la campagna e il mare. La sua cultura stuzzica e soddisfa l’appetito, tanto da non averne mai abbastanza.

Abbiamo intrapreso un viaggio gastronomico con la food blogger Meike Peters di eat in my kitchen e insieme a lei abbiamo raccolto molte ricette fonte d'ispirazione. Al ristorante Chez Boulan ha potuto assaggiare ostriche fresche e godere della vista mozzafiato dell’oceano.


OSTRICHE DI CAP FERRET A LA CHEZ BOULAN

Ingredienti e preparazione

Per 1 persona

Ingredienti

60 ml Aceto di vino rosso / ¼ di tazza
1 cucchiaino di scalogno, tritato molto finemente
Pepe nero macinato
6-12 ostriche francesi fresche (preferibilmente da Cap Ferret)
1 limone
Qualche foglia di menta fresca, tritata finemente

 

Preparazione

Per la mignonette, mescolare l'aceto e lo scalogno in una piccola ciotola e condire con pepe a piacere. Disporre le ostriche su un piatto grande e gustarle al meglio, con una spruzzata di limone, un pizzico di menta o un filo di mignonette, insieme a un bicchiere di vino bianco ghiacciato!

 


COME APRIRE UN’OSTRICA? I CONSIGLI DI ALISON DEL RISTORANTE CHEZ BOULAN

CW_France_MIYK_Chez_Boulan_21_415x415

"Ci sono due modi per aprire un'ostrica. Scegliete quello che preferite, l'importante è mantenere l'ostrica protetta e integra. La si apre da qui (indica la base dell'ostrica). Si inserisce il coltello, poi con una delicata azione di sollevamento si apre. L'idea è che non resti nulla nella parte superiore dell'ostrica."


About


UN GIORNO AL RISTORANTE CHEZ BOULAN, CAP FERRET

di Meike Peters

Cap Ferret è un sogno in blu pastello e rosa, fa girare la testa e ridere di gioia. La spiaggia sembra infinita, il cielo sprofonda silenziosamente tra le onde che colpiscono la riva come se si infrangessero sugli scogli, la schiuma fragorosa e rabbiosa svanisce docilmente sulla sabbia dorata. È un posto da cui non vorresti più andartene, ma solo camminarci per sempre, scalza e felice, col sole in faccia.


Sono venuta su questo promontorio toccando l'Atlantico nella regione francese dell'Aquitania, apposta per mangiare ostriche. Era una missione semplice, me le aspettavo buone, purissime e genuine, fresche come un sorso di mare, ma non ero preparata a tanta bellezza! Nei mesi estivi, i villaggi sul mare si trasformano in un pazzo alveare, ma lo abbiamo evitato e siamo stati accolti da una tranquilla beatitudine. Due paesaggi dominano il Cap: mare aperto e immense spiagge a ovest, e la laguna a est, il Bassin d'Arcachon che cambia continuamente volto a causa delle maree. Qui madre natura lascia che le migliori ostriche del mondo crescano lentamente per 4 o 5 anni, nutrite e terse dalle limpide acque francesi.


Alison e suo marito Axel gestiscono il meraviglioso ristorante Chez Boulan di Damien Boulan. A vedersi è simile a una capanna sulla spiaggia, in legno, col vento che soffia aria salmastra attraverso la cucina aperta, in un giardino che sembra quasi tropicale. C'è un molo di legno sull'acqua che va e viene: sembra il posto perfetto per sedersi e gustare un piatto pieno di ostriche carnose e un bicchiere di vino bianco e vorrei poterci stare ogni giorno.
 

Damian ha ereditato l'azienda di famiglia da suo padre, è appassionato di ostriche e passa la maggior parte del tempo a prendersene cura . Sono come bambini, devi coccolarle. Tutta la gente di Cap, profondamente innamorata del proprio lavoro e del mare, pare dedicarsi a questo lavoro duro e complesso. Quando Alison mi ha detto di scegliere le ostriche per il pranzo dalle ceste di metallo all'ingresso del ristorante mi sono sentita come una bambina in un negozio di dolciumi. Varie forme e colori, conchiglie piccole e grandi, tutte con un odore e un aspetto stupendi. Ho optato per una degustazione di ostriche, che consiglio vivamente per provare la differenza tra le varietà: non ci sono regole, basta seguire i propri gusti. Lo stesso vale per il modo in cui si servono, alcuni le preferiscono al naturale, altri con uno spruzzo di limone acidulo o ancora con una mignonette aspra, una vinaigrette di scalogno francese di cui bastano poche gocce. Alison ha aggiunto un dettaglio in più per deliziare il palato: foglie di menta fresca tritata. A prescindere dalle preferenze, assicurati sempre che le ostriche arrivino direttamente dal mare, aperte di fresco davanti ai tuoi occhi, come da Chez Boulan.


Se vuoi organizzare un viaggio a Cap Ferret, soggiorna nello splendido hotel La Maison du Bassin. Ogni stanza assomiglia a una vecchia cabina da capitano, il legno è scuro e la vista è mozzafiato. E non dimenticare di prenotare un tavolo per cena: il cibo e il vino sono divini. Magari ordinerai troppo vino o champagne dal loro fantastico menù, ma non preoccuparti, lo compenserai con la ricca colazione a base di uova e croissant.

 


ORGANIZZA LA TUA PERMANENZA A CAP FERRET CON I NOSTRI CONSIGLI LOCALI