CELEBRARE LA CUCINA FRANCESE

ZWILLING Culinary World, Destinazione Francia

RISOTTO ALLA ZUCCA CON FINFERLI E NOCCIOLE

La Francia ha tre caposaldi: Parigi, la campagna e il mare. La sua cultura stuzzica e soddisfa l’appetito, tanto da non averne mai abbastanza.

Abbiamo intrapreso un viaggio gastronomico con la food blogger Meike Peters di eat in my kitchen e insieme a lei abbiamo raccolto molte ricette fonte d'ispirazione. Meike ha incontrato la designer di arredi Gesa Hansen e suo marito, Charles Compagnon, ristoratore. Entrambi hanno cucinato insieme a Meike uno dei loro piatti preferiti: il risotto alla zucca con finferli e nocciole tostate.

Un sogno francese che diventa realtà.


RISOTTO ALLA ZUCCA CON FINFERLI E NOCCIOLE


RISOTTO ALLA ZUCCA CON FINFERLI E NOCCIOLE

Ispirato da Gesa Hansen e Charles Compagnon 

INGREDIENTI

Per 4-6 persone

2 cucchiai di olio d'oliva
1 cipolla bianca grande
350 g / 12,5 once di riso Arborio
300 g di zucca Hokkaido con la buccia, in alternativa zucca tostata
120 ml / ½ tazza di vino bianco
1,5 l / 6 tazze di brodo vegetale o di pollo
60 g / 2 once di burro non salato
 

120 g / 4 once di parmigiano grattugiato fresco, più quello per servire
Sale marino fine
Pepe nero macinato
50 g di nocciole, non sbucciate
200 g / 7 once di funghi finferli (freschi o congelati)
15 g erba cipollina baby

 

PREPARAZIONE

Tostare le nocciole per circa 2 minuti in una padella capiente, senza usare olio, a fuoco medio-alto. Mescolare costantemente, fino a quando non emanano un profumo fragrante. Tagliarle grossolanamente e metterle da parte.

Nella stessa padella, scaldare metà dell’olio d'oliva a fuoco medio-alto e cuocere i finferli, mescolando delicatamente, per circa 1 minuto o fino che diventano al dente. Mettere da parte.
Tritare finemente la cipolla, la zucca e l'erba cipollina e metterle da parte. Grattugiare il parmigiano e tenere anche questo da parte. Riscaldare l'olio rimanente a fuoco medio in una pentola grande (o in una cocotte) e cuocere la cipolla per circa 5 minuti o fino a quando non è morbida, ma non scura. Aggiungere il riso e cuocere approssimativamente per 2 - 3 minuti, quindi incorporare la zucca e continuare la cottura per un altro minuto circa.
 

Aggiungere il vino bianco, portare a ebollizione e sfumare fino a quando il vino è quasi completamente evaporato. Aggiungere solo un po' di brodo per coprire il riso, ridurre il fuoco a fuoco lento e poi continuare la cottura senza coperchio, mescolando e aggiungendo gradualmente più brodo per mantenere il riso coperto. Cuocere fino a quando il riso è al dente e tutto il preparato è umido, ma non liquido. Incorporare il burro e il parmigiano e condire con sale e pepe a piacere.

Impiattare il risotto e disporre sopra i finferli. Cospargere con le nocciole, l'erba cipollina e il parmigiano. Aggiustare di sale e pepe.
 


GESA HANSEN & CHARLES COMPAGNON, PARIGI & COURANCES

CW_France_MIYK_Gesa_Hansen_64_usage_rights_until_3112_415x415

"ADORIAMO ANDARE IN PAESE E PASSARE PER IL FORNAIO, IL MACELLAIO E IL CASEIFICIO - È IL MODO MIGLIORE PER PRENDERE TUTTO QUEL CHE SERVE PER UN WEEKEND PERFETTO."


About


UN GIORNO CON GESA HANSEN & CHARLES COMPAGNON

di Meike Peters

Due mondi, a 30 miglia l'uno dall'altro: uno frenetico ed elegante, con tetti argentati che riflettono il sole e sotto strade brulicanti di vita, l'altro tranquillo e calmo, fatto di stradine di ciottoli e tetti a tegole irregolari. Paris e Courances sono le due dimore di una coppia piena di bellezza interiore ed esteriore, profonda gioia e creatività senza fine: Gesa Hansen e Charles Compagnon.


Quando due donne chiacchierone si incontrano ai fornelli per cucinare insieme e notano che ci sono così tante cose da dire che quasi dimenticano di tagliare e mescolare, chiamano i loro uomini ad aiutarle, sempre che sappiano cucinare. È un po' quello che abbiamo fatto io e la nota designer di mobili Gesa. Abbiamo affidato con fiducia il lavoro principale a Charles, suo paziente marito e proprietario di tre ritrovi per buongustai di Parigi, e ci siamo rese disponibili per i compiti minori da sous-chef, come grattugiare il formaggio e aprire le bottiglie di vino. Non provate pena per Charles: ha afferrato coltelli e taglieri e trasformato il patio davanti alla finestra della cucina incorniciata dalla vite nella sua postazione di lavoro.


Era un pomeriggio caldo e il silenzio del villaggio restava sospeso nell'aria, rotto solo dalle risate e dallo stappare bottiglie di vino. Ci siamo seduti sulla panca di legno di fronte alla seconda casa della coppia, la più bella dimora di campagna francese che io abbia mai visto. Sbiadite pareti di pietra rustica beige con vecchie travi in legno a vista, persiane dipinte di grigio tenue: quando ha ristrutturato il pacifico paradiso di campagna della famiglia, Gesa Hansen ha creato un piccolo capolavoro. Ha una fantastica sensibilità per colori, proporzioni e materiali e questo non mi sorprende, considerato che proviene da una famiglia di designer, architetti e carpentieri danesi e tedeschi. Il suo stile incorpora elementi scandinavi con influenze francesi e giapponesi.
 

Non si è montata la testa, si lascia guidare dall’istinto, come ogni bravo designer. Gesa ha capito l'anima della sua casa del 19mo secolo e l'ha trasformata in un gioiello visivamente affascinante ma assolutamente senza pretese.


Gesa e Charles hanno tre bambini e hanno deciso di dividersi tra luoghi così diversi tra loro per godere di tutte le gioie della vita familiare. Quando vivono a Parigi, entrambi si occupano delle loro attività. Charles ha tre "figli" gastronomici nella capitale, le brasserie Le Richer e Le 52 Faubourg Saint-Denis (http://www.faubourgstdenis.com), e il bistro L’Office. Ha molta energia e una visione chiara, proprio come sua moglie che ha dato il via allo studio di design della famiglia Hansen (https://www.thehansenfamily.com/) per lavorare su progetti di mobilio e design di tutto il mondo.


Una volta lontani da Parigi, le prime cose che fanno arrivati a Courances è andare nel parco del Castello di Courances, costruito nel 1630, e a prendere verdure biologiche dal loro contadino locale, poi acquistano baguette calde dalla boulangerie del villaggio e vanno dritti verso la loro cucina accogliente. A Courances rallentano il ritmo e lasciano rilassare la mente, permettono a tutta l'ispirazione dalla città di pervaderli, giocano con i loro bambini e arrostiscono i chicchi di caffè nella stalla per i bistrot di Charles (Coffee Compagnon). Oppure raccolgono minuscole mele gialle sotto l'albero del giardino e si prendono cura delle piante di timo, origano e rosmarino nei loro prati rigogliosi. E quando familiari e amici suonano alla porta, Charles e Gesa non aspettano un secondo per accendere il fornello e improvvisare qualcosa di delizioso come un risotto alla zucca con finferli e nocciole tostate.
 


PROGETTA UN VIAGGIO A PARIGI CON I NOSTRI SUGGERIMENTI LOCALI